A sud di Coquivacoa nasce un nuovo Ecoparco zuliano: El Caño La Maroma

  • Home
  • Без рубрики
  • A sud di Coquivacoa nasce un nuovo Ecoparco zuliano: El Caño La Maroma
Come risultato della gestione ambientale condivisa tra il Governo Regionale, Municipale e gli Enti del Governo Nazionale, è stato consegnato per il godimento dei visitatori e i zuliani, il Parco Ecoturistico Caño La Maroma, tesoro naturale situato nel Comune di Colón.

La cerimonia di apertura è stata presieduta dal Governatore Francisco Arias Cárdenas e la sindaco Maria Malpica, che ha formalizzato la dichiarazione come Parco Ecoturistico di questo luogo di Zulia, ricca di biodiversità e sorprendente in ogni angolo.

Le acque serena del Caño La Maroma riceveranno i turisti che avranno la possibilità di incontrare la bellezza naturale singolare di questo patrimonio del Comune di Colón. Le fermate tematiche saranno l'opportunità per apprezzare nel dettaglio la flora e la fauna presenti nel parco: El Gallito Blu, il Cardellino, il Falco Colorado, Anatre, Maiali, Scimmie Araguatos, Aironi Bianche, Ninfee di Acqua, Ceibas Bianche e Mangles, tra altro.

La visita al Parador Turistico “Chamita” sarà anche parte dell'esperienza, con l'appoggio di un team di ecoguide entusiasti conoscitori di La Maroma e ciascuna delle loro storie.

Di questa iniziativa si sta formalizzando la protezione del patrimonio naturale come una dei caños più imponenti di questa subregione e di già stiamo lavorando sul recupero di aree adiacenti che sono state disboscate e colpite dalle invasioni.

Il Parco Ecoturistico Caño La Maroma, vena blu e verde del Sud, che comprende 540 ettari e 27 chilometri di lunghezza e che è disponibile ai propri turisti e stranieri, saranno sicuramente stupiti con il verde e la fauna della vita selvatica, con le bellezze esceniche offerte dal Caño la Maroma.

Il Parco Ecoturistico Caño La Maroma è legato a grandi progetti per lo sviluppo economico della regione, come per esempio, la costruzione del Puerto La Maroma e il consolidamento della Barca-Pista del lago di Maracaibo per il trasporto di passeggeri e gli scambi commerciali tra tutti i porti statali zuliani.

Con l'incorporazione del Caño La Maroma come Parco Ecoturistico, il Comune di Colón gli fornirà al Zulia 1,5 metri quadrati in più agli attuali 50,5 metri quadrati per ogni zuliano che il Governo Regionale ha riabilitato o creato per la ricreazione e il tempo libero. La Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) fissa un minimo di 16 metri quadrati per queste dignitose attività.

Il consolidamento dei parchi ecoturistici zuliani come Tierra de Sueños, Ojo de Agua El Cardón, Refugio de Dantas, Cuevas del Samán, El Guacuco, Rutas de Palmarejo, Mudanza-Pedrera, Los Flamencos de Helímenes Perozo, la Cueva de Toromo, Acantilados Cacique Nigale, Médanos de Mara, Pararú, Río Cogollo y el Caño La Maroma, tra l'altro, rappresenta la protezione degli ecosistemi particolarmente vulnerabili, delle aree per la conservazione della flora e della fauna, ma anche una strategia per collegare il cittadino, attraverso il turismo, ai concetti di ecologia, conservatorismo e ambientalismo.


Lenin Cardozo, ambientalista venezuelano | ANCA24 – Fanny Reyes – giornalista ambientalista venezuelana | Hugo E. Méndez U., giornalista ambientalista venezuelano | ANCA24 Italia